Gli uomini brevi
Fantascienza , Fantasy , Horror / August 28, 2014

Sebastiano si mise innanzi alla tomba di loro madre deceduta il giorno prima, per farle un ennesimo saluto; poi si sedette a terra assieme a suo fratello Cristoforo. Era notte fonda e il silenzio regnava alternato al gracidar di rane. Mezza luna splendeva con attorno qualche nuvola. L’aria tentennava tra l’essere calda di fine estate e un poco fredda di inizio autunno. I due fratelli erano seduti sul loro spiazzo di prato verde e ben tenuto, con alle spalle la loro casa di legno. Erano assopiti a guardar il buio che li circondava, con un peso al cuore e alla testa che non riuscivano togliersi di dosso. Era l’angoscia forse? Come biasimarli; erano immobili creature insofferenti che aspettavano la loro fine imminente. Ma sarebbe stato giusto disperarsi per questo? Rimpiangere se stessi per essere venuti al mondo e già pronti ad andare via? Non lo sapevano neppure loro. Cristoforo, sfogando forse la sua angoscia, disse al fratello: <<Ieri sono rimasto scioccato quando ho visto nostra madre morire.>> <<Credevi non sarebbe morta mai, vero?>> <<Infatti … E tu, come ti sei sentito?>> <<Come vedi ho avuto la forza di sotterrarla.>> <<Dunque avrai la forza di sotterrare anche me questa notte?>>Disse Cristoforo,…