Diario di un mondo sottile (CAP 1)
Fantasy / January 31, 2011

Quella mattina ci eravamo alzati piuttosto tardi, dopo una pioggia insistente durata quasi tutta la notte, il sole timidamente faceva capolino fra le nuvole lentamente spazzate via dalla brezza autunnale. Uscimmo di casa allegramente, con il sorriso sulle labbra e con il solo pensiero di trascorrere una allegra giornata spensierata tra le colline. Il programma di quella giornata era di andare a raccogliere funghi. Uscimmo di casa e ci incamminammo su una piccola strada sterrata; una stradina di campagna che ormai da alcuni anni ero solito percorrere, ed ormai quei luoghi mi erano famigliari. A pochi metri di distanza, cominciai a intravedere l’ingresso del bosco; un’intricata e misteriosa radura che mi inquietava ogni volta che la vedevo ma al tempo stesso, mi faceva sentire vivo: castagni, querce, acacie, pini marittimi e una varietà di arbusti tipici della macchia mediterranea si stringevano l’un l’altro a coprire un fitto sottobosco. Ci addentrammo fra la vegetazione camminando  su un tappeto di foglie e rami secchi che scricchiolavano sotto il nostro peso, e ad ogni passo la vegetazione sembrava ci desse il benvenuto e ci rassicurasse. Nel mio intimo, pensavo che quei luoghi nascondessero qualcosa di  misterioso e affascinante, ne ero convinto già da…

LA PORTA SEGRETA – IL PODCAST DEL FANTASTICO
Ultime Notizie / January 31, 2011

Salve a tutti, sono Chiara Organtini e collaboro con una piccola azienda che si occupa di editoria digitale [URL=http://ariespublishing.com]http://ariespublishing.com[/URL] ) . Nel rispetto della filosofia di questo forum, vorrei segnalare un’iniziativa volta a dare risalto e visibilità ad autori, esordienti e non, di racconti brevi dal tema fantastico (horror, fantascienza, gotico, fantasy, mistero): il podcast La Porta Segreta, raggiungibile al link [URL=http://laportasegreta.it]http://laportasegreta.it[/URL] Il programma presenterà i racconti selezionati dalla redazione in forma di audioracconto ed inizierà a pubblicare episodi a partire da Marzo 2011, con cadenza quindicinale. La selezione delle opere, tuttavia, è già attiva: il nostro target sono racconti brevi compresi tra 5000 e 15000 battute, come spiegato nella pagina “Pubblica con noi” del sito. A differenza di altre iniziative, non ci limitiamo a fornire visibilità agli autori ma li compensiamo con un piccolo riconoscimento economico. Inoltre, ci orientiamo su un format innovativo, quello del podcast, molto diffuso nei paesi anglosassoni ma ancora acerbo nel mercato italiano, convinti che questo costituisca un elemento di sicuro interesse per il pubblico attratto da questo tipo di narrativa. Spero di aver suscitato la vostra curiosità Chiara

la minaccia del conte Nort
Fantascienza , Fantasy , Horror , Racconti / January 23, 2011

La giovane e bella ragazza ventenne, camminava sulla strada della città, tranquilla e senza sospettare nulla. Era un giorno come qualsiasi altro. Il secondo di luglio del mille novecento ottantasette. Niente avvertiva qualcosa di particolare, tutto si svolgeva nella normalità. Sulla Via del Indipendenza tante macchine passavano frettolose, ognuna correndo per arrivare alla sua destinazione. I cappelli biondi di Micaela furono accarezzati appena dal soffio leggero del vento, una delle poche presenze rinfrescante di quel giorno. Vari pezzi di carta sul marciapiede si fermarono davanti al negozio di scarpe Trudy Note. Un annuncio in quale si diceva del arrivo in città del famoso gruppo rock Pharcy Road fra dieci giorni in Piazza della Riunione. Un altro in quale tutti i studenti della Facoltà di Lettere erano invitati alla festa di fine anno, in Via Johny Sky 13. Invece su un altro piccolo pezzo di carta c’era una parte del annuncio del giornale ’24 ore’, dove il sindaco della città di Miralia, in Emilia Romagna, era atteso al incontro con il attore Victor Saez, presso il locale frequentato soprattutto degli studenti delle varie facoltà della città, ‘Estudiantina’. Il grande orologio vicino alla prestigiosa statua dell’ Indipendenza avvisò gli passanti che mancavano…